Celebrazione del Wesak

MEDITAZIONE DEL WESAK

Meditazione Mondiale per la Pace e l’Unità 

Per informazioni e significato vedi : Wesak

Arzachena, Mercoledì 10 Maggio ore 20.30

 

Il Wesak è una tappa emozionante per ogni individuo. Anche chi apparentemente vi è arrivato per caso, trascinato da un amico, o incuriosito da un annuncio, in effetti si trova nel luogo giusto nel momento giusto.

Ma è bene parteciparvi nel modo adeguato, con lo spirito giusto e grande apertura di cuore.

Non verrà chiesto nulla di complicato, il rituale è semplicissimo, basterà seguire la meditazione guidata e lasciarsi andare all’emozione della serata. Nel corso della serata, mantenete un atteggiamento sereno, sentitevi fino nel profondo del cuore presenti alla cerimonia sul sacro monte Kailash. Non importa se non sapete dov’è, non importa come lo immaginate, ma immaginate di esserci. Ricordate che “lo spirito va dove la mente lo porta”. Basterà collegarsi mentalmente con la valle del Wesak, pensare di essere con gli altri partecipanti al cospetto dei Maestri e sarete là, a ricevere e ridistribuire la grande Benedizione per il mondo…

Se vi è possibile, prima della serata consumate un pasto leggero evitando di appesantirvi, non bevete alcolici. Questo non è dettato da motivi religiosi, ma per assicurarvi una maggiore lucidità e consapevolezza.

Sempre se vi è possibile, indossate qualcosa di bianco: una camicia, una felpa, il giubbino o soltanto un foulard o una sciarpa. Il bianco è un colore neutro e può assorbire più facilmente l’energia della serata.

Portate con voi una bottiglia d’acqua naturale (di qualunque tipo). Siate consapevoli che nel corso della cerimonia verrà energizzata come quella che si trova nella coppa di cristallo sull’altare nell’Himalaya. Una volta a casa, distribuitene un sorso alle persone care, riceveranno una parte dell’energia.

Portate con voi dei fiori, non legateli a mazzi, ma lasciateli sciolti. Va bene l’Iris, simbolo del Wesak ma anche qualunque altro tipo di fiore purché sia privo di spine. Le rose sono belle, ma potrebbero ferire le mani di chi le prenderà dopo di voi. I fiori sono un dono d’amore, coglieteli o acquistateli con gioia, pensando alle persone che li riceveranno. In sala, deponeteli tutti insieme a formare una lunga siepe con le corolle rivolte verso gli officianti del Wesak. Rappresentano i fiori che nella valle dell’Himalaya si aprono al contatto dell’energia del Buddha, rappresentano la pace che scende dal cielo su tutti gli esseri umani.

Al termine della cerimonia, ciascuno dei partecipanti prenderà un fiore a caso. È un gesto di amore e di pace che circola fra i presenti, chiudendo un cerchio di luce. Quando prenderete un fiore fra i tanti, non saprete chi l’ha portato per voi, ma ne sentirete l’onda amorevole. E allo stesso modo, chi prenderà i fiori che voi avete portato non conosce la vostra identità, ma riceverà l’onda amorevole del vostro gesto. Una volta a casa, fate essiccare il fiore appendendolo a testa in giù, si conserverà a lungo. Anche i fiori, come l’acqua vengono energizzati, conservateli in un angolo un po’ speciale della vostra casa, rilasceranno lentamente nell’ambiente la forza di cui sono stati caricati. Il prossimo anno lo sostituirete con un fiore nuovo.

Vi aspettiamo per condividere assieme questo magico momento di unione e fratellanza!

Si richiede la conferma di partecipazione.

Per info:

Roberto 324/8939245 o info@nuovaterra.org

 

 

 

Tags:

About Energia Cristica