Come vivere la Morte: Il senso della vita secondo l’Angelo della Morte

Se l’Angelo della Morte potesse fornirci il suo personale punto di vista sul senso profondo della Vita e della Morte che cosa ci potrebbe dire?

A seguire il suo punto di vista.

Ti saluto pellegrino,
Io sono colui che nessuno vuole,
Io sono colui che nessuno ama,
Io sono colui che nessuno nomina,
Io sono colui che tutti odiano,
Io sono colui che tutti temono,
Io sono colui che sempre arriva,
Io sono l’Angelo della Morte!

La mia presentazione secondo quello che le menti umane pensano di me.
Ora che ci siamo presentati sono pronto a fornire le informazioni che necessitano per comprendere ancora meglio l’evento che sconvolge la vita umana per ciò che voi credete che essa sia.

Per meglio comprendere il significato, il senso della morte è bene per prima cosa comprendere il senso della vita fornendovi elementi aggiuntivi su cui riflettere.

Vi domando e vi invito una riflessione, se la vita umana per come voi la conoscete fosse priva della Morte che vita sarebbe?

Per quella che è la natura umana potreste così vivere eternamente:
• In malattia;
• Paralizzati nel letto;
• Compiendo tutti i giorni le stesse cose;
• In solitudine, senza amore e abbandonati;
• In perenne guerra con qualcuno;
• Irrealizzati o magari schiavi;

Potreste conoscere e vivere una intera esistenza vivendo quello che voi definite inferno in terra.
Se anche voi poteste scegliere come poter vivere l’esistenza terrena in tutti i casi verrebbe meno ciò che è il senso reale dell’esistenza umana: sperimentare Dio in voi!
Voi in realtà sareste già morti in vita se io non esistessi perché sareste vittima della vita terrena, dei suoi dettami sociali, dei suoi condizionamenti e del deterioramento fisico.
Voi non potreste crescere e ricordare chi siete perché non avreste lo stimolo per cercare risposte al senso della vita ed ai suoi accadimenti, ne fareste solo parte, come l’arredamento fa parte di una abitazione.
La mia presenza vi libera da tutto questo e vi fornisce lo stimolo per la ricerca interiore, vi fornisce lo stimolo per vivere con pienezza la vita dato che non sapete quando essa possa terminare.
Questo vi consente di dare importanza ad ogni istante che vivete dato che potrebbe essere l’ultimo.
La mia presenza è uno stimolo a vivere la vita e a ricercare le risposte sul senso della vita stessa.
A questo punto si può parlare di come Vivere la Morte!
La morte come atto reale nell’esistenza universale è un passaggio di stato, è un cambio vibrazionale, che consente all’anima umana di avere la possibilità di una nuova sperimentazione, di avere una nuova possibilità di manifestare Dio sul piano terreno.
Questo è il senso sostanziale di questo fenomeno da voi temuto perché in realtà a voi celato da chi detiene il controllo dei dettami e delle convenzioni sociali a cui voi sottostate.
Per poter comprendere l’essenza di quanto appena detto riprogrammando ogni vostra cellula affinché ciò risuoni in voi e vi porti lontano, evitando ciò che adombra il vostro animo e la vostra mente, è necessario che impariate ad evitare il GIUDIZIO!
Finché ciò sarà da voi permesso rimarrete nella dualità e dividerete ancora ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, ciò che è bene da ciò che è male e io sono per voi il male che termina la vita.
Se esulate dal giudizio infatti avrete modo di comprendere l’essenza della vita e della morte e avrete anche modo di conoscere meglio il significato del mio servizio.

Ora potete comprendere una mia diversa presentazione a voi:

Io sono colui che stimola la vita,
Io sono colui che porta la trasformazione interiore,
Io sono colui che porta la pace interiore a chi soffre,
Io sono la liberazione dalle catene terrene,
Io solo la Luce prima e dopo le tenebre,
Io sono colui che è sempre presente,
Io sono l’Angelo della Morte.

Roberto Fabbroni

TRATTO DAL LIBRO E-BOOK:

Illuminazione Spirituale.
Teoria e pratica per l’Apertura del Cuore e della Consapevolezza di Sé

MAGGIORI INFORMAZIONI

About illuminaz