Comprendere il Channeling

Il channeling è la riproduzione, attraverso parole o suoni, di concetti che non sono generati all’interno della propria mente conscia, ma sono trasmessi attraverso o dalla mente subconscia alla mente conscia, da un’entità o principio impersonale o non-personale. Una buona analogia per la canalizzazione può essere quella del tubo che trasporta acqua. Il tubo non crea l’acqua, ma la riceve da una fonte esterna alla sua identità. Ci sono cose che un tubo o un canale possono essere e possono fare per migliorare l’erogazione della canalizzazione/acqua pura attraverso di loro: possono mantenersi puliti e liberi dalla corrosione; possono rimuovere ostruzioni; possono rinforzare le pareti o allargare il diametro dell’apertura; possono fare nuove connessioni.

Tuttavia, il solo controllo che si ha sull’acqua che si canalizza attraverso se stessi, è la cura con cui ci si permette di essere connessi; il solo controllo che un tubo ha sull’appropriatezza della posizione e del posto dell’efflusso di quest’acqua è la cura nel posizionare l’apertura. E, sicuramente, deve ubbidire alle regole meccaniche della distribuzione dell’acqua, che sono abbastanza semplici, ma inesorabili.
Le persone sono progettate per essere canali, proprio come un tubo è progettato per trasportare acqua. In verità, in un certo senso, tutti noi canalizziamo la vita momento per momento, pensiero dopo pensiero, relazione dopo relazione ed esperienza dopo esperienza. Ciò che diciamo, pensiamo e facciamo, raramente è completamente sotto il nostro controllo cosciente. Quasi sempre, fino ad un certo punto, canalizziamo pensieri inconsci. Qualunque seminario che reclamizzi che può insegnarvi a “entrare in contatto con i vostri poteri psichici” è importante che il formatore sia in grado oltre che di fornirvi tecniche per divenire canali consapevoli, vi agganci, con un ben preciso e determinato lavoro di connessione, a frequenze energetiche più elevate.
Infatti se il vostro livello energetico è basso, spiritualmente parlando, è estremamente difficile che voi possiate entrare in contatto con il vostro Sé superiore o con delle Entità di Luce.
È fondamentale quindi che in un corso dove si impara a canalizzare vi sia una porte dedicata all’aumento della vostra frequenza energetica, altrimenti imparerete solo a canalizzare i vostri pensieri inconsci. Poiché c’è un divario fra ciò che il buon senso vi può dire e ciò che la maggior parte degli istruttori può esprimere in un unico seminario, lo studente deve sia imparare ulteriormente facendo errori, come ho fatto io, sia imbattersi in un’informazione come questa, che è intesa almeno a colmare la lacuna.
Detto questo, quello che spesso può mancare durante un processo di canalizzazione è il discernimento di ciò che accade e con chi. Riportiamo queste bremi ma fondamentali riflessioni di una famosa canalizzatrice: Reindjem Anselmi.
L’importanza e la credibilità delle informazioni e comunicazioni via channeling vengono valutate da ognuno in maniera differente, e si può certamente anche dire che non tutto quello che arriva via channeling meriti di essere pubblicato. Inoltre va sottolineato che non tutte le entità che si presentano via channeling portano veramente il nome famoso che si attribuiscono.
Analizzare con la testa e con il cuore L’uso delle informazioni ricevute via channeling dipende essenzialmente dallo stato di coscienza. Ognuno comprende e coglie quel tanto che gli serve al momento e che può integrare nei suoi schemi di credo o convinzioni. In linea di massima, vale il criterio che danno i Maestri altamente evoluti non esiste un’unica verità e un’unica via giusta che autorizzino a dire, valutare e dichiarare certe cose. Per questo non ci sono regole di validità generale che si potrebbero raccomandare per la lettura di libri scritti per via medianica. Una facoltà di discernimento critico basata sulla conoscenza e l’esperienza può certamente essere di grande aiuto.
L’istanza più importante per l’analisi è però il cuore, è lì e non nella testa che si riconosce alla fin fine se il channeling contiene verità e proviene da un alto livello. I maestri spirituali più evoluti mantengono infatti le loro informazioni ad un determinato livello energetico.

Qui di seguito alcune indicazioni e criteri di discernimento che si possono applicare per esaminare e riconoscere se le informazioni via channeling provengono da maestri altamente evoluti:
• Rispettano l’integrità degli uomini e incoraggiano la loro responsabilità nei processi di maturazione di opinioni, decisioni ed evolutivi.
• Riconoscono una forza superiore e servono con umiltà, modestia e dedizione tutti quelli che possono servire.
• Non se ne vanno lasciando negli uomini una sensazione di colpa, di fallimento, di impotenza e dipendenza.
• Danno agli uomini la consapevolezza di essere amati ma non li adulano.
• Non criticano e non giudicano, non denigrano, non insultano ed evitano parole, immagini e formule dal contenuto screditante o diffamante.

 Roberto Fabbroni-Associazione Nuova Terra

About illuminaz