Il fiore nel deserto

Benvenuti spiriti luminosi in questo giorno di grande impatto.

Mi presento a voi. Potete chiamarmi Julya. Sono la Dea del candore, della purezza e della luminescenza. Sono felice di aver instaurato una comunicazione attiva con l’anima che voi conoscete come “Veronica”, è un momento di festa per me e, con il suo tramite, posso giungere a tutti voi. È un grande onore per me. Mi potete percepire come energia femminile, tenue, delicata, una dolce carezza, ma, allo stesso tempo decisa, impattante, non passo inosservata, sono puro fuoco. I miei colori sono il bianco e il celeste.

 

Giungo qui ed ora per portare al “ricongiungimento”. Ricongiungiti con il tuo nucleo originario, il fulcro da cui tutto ebbe origine. Entra in te, in quello spazio di vuoto in perpetuo divenire. Contatta quella fonte luminosa che riesci a scorgere e che è la parte più pura di te. Addentrati al suo interno. Se guardi avanti mi puoi vedere. Ecco, ora abbracciami. Abbracciando me stai accettando e reintegrando quella parte di te che, per timore, hai rifiutato per tante vite. Riempiti della tua stessa luce fino a giungere a saturazione e donala ovunque. Sii la tua primordiale essenza ed esprimila. Tu per prima ne hai necessità e molte sono le anime che attendono di essere guidate, dal deserto in cui si trovano alla luce dei loro cuori. Vedi, il deserto è un luogo magico, un luogo ricco, ma è così facile perdere la rotta. Basta vedervi sbocciare un fiore per trovare quell’oasi in cui abbeverarsi.

 

In quanto spiriti di luce in corpi umani siete soggetti a difficoltà, timori, limitazioni. È tutto normale. Ma, se vi siete incarnati sulla Terra è per una scelta di Amore, quindi, anche se spesso percepite questa vita come una salita faticosa e stancante, se vi sentite cedere inermi, barcollanti, fuori strada è importante guardare al MOTIVO per cui siete qua, a quella scelta di Amore, ed ESSERE LA MOTIVAZIONE, INCARNARLA.

 

 

Julya, io sono te, tu sei me.

 

About Veronica Ferreri