Ma esiste il Libero Arbitrio o è il Destino a decidere?

Questo dilemma percorre la storia del pensiero umano sin dalle origini, in quanto l’uomo da sempre si chiede se è libero o è un semplice strumento della natura.
Esiste il Destino come opera programmatica, con la quale dobbiamo fare i conti per forza; ma come la realizzeremo dipende da noi, quindi esiste anche il Libero Arbitrio.
Il primo rappresenta la necessità e i condizionamenti che accompagnano un essere umano dalla nascita, il secondo consiste nelle scelte che facciamo durante tutta la nostra vita. Come si fa d’altro canto a negare l’esistenza dei condizionamenti. Se un individuo nasce in una determinata città, in un certo ceto sociale, con uno specifico DNA, anche se volesse non potrebbe cambiare queste condizioni di nascita che lo condizionerebbero per sempre. In ogni caso non dimentichiamo che l’anima (o come preferite chiamarla), sceglie prima della nascita il tipo di incarnazione e lo fa perche è spinta a fare certe esperienze, deve evolversi e ha bisogno di un determinato contesto. Se c’è da imparare qualcosa, sceglierà certe condizioni, mentre se c’è da imparare qualcos’altro, saranno predilette altre scelte. Le condizioni di partenza, rappresentano i limiti umani in questa esistenza. Dopo la nascita l’anima si veste di una personalità e si muove nel contesto che ha scelto e che può modificare con opportune scelte.
Il Libero Arbitrio fa paura perchè la responsabilità ricade tutta su di noi. Molte persone preferiscono sentirsi parte di eventi preconfezionati dalla società dalle religioni e dalle mode. E’ più comodo camminare in pianura che in montagna per sentieri ripidi e sconosciuti. Siamo noi a fare la scelta di camminare in una direzione o nell’altra. Pianura o montagna, la scelta è sempre nostra, anche se è più facile credere che la scelta è fatta da altri.
La cosa che però è sconosciuta alla quasi totalità delle persone è il rapporto tra il Destino e il Libero Arbitrio e le modalità in cui esse si connettono.
Infatti, in generale non sapete quando esercitate veramente il Libero Arbitrio e quando in realtà la vostra scelta è indotta dal vostro Destino.
Quanto vi dico è molto sottile. Infatti la scelta tra le molteplici strade per andare da due esperienze a cui voi siete destinati non è frutto di una vostra scelta razionale ma è conseguenza della consapevolezza maturata fino a quel momento. Infatti (come viene dettagliatamente spiegato nel libro: Destino e Libero Arbitrio: La Scelta Consapevole!), la vostra consapevolezza è in stretta correlazione con la vostra frequenza vibrazionale complessiva, così come ogni strada che potete scegliere a sua volta ha una sua frequenza connessa ad un grado di consapevolezza.
Qui la scelta è per coerenza vibrazionale e quindi sostanzialmente non scegliete voi ma siete portati in una direzione e solamente quella.
All’interno della strada intrapresa ci sono moltissimi eventi da affrontare e ogn’uno di essi è dotato di due o più strade potenziali, per attuarlo, e in questi casi la scelta spetta a voi.
Anche la lettura di questo semplice articolo non è casuale ma si può vedere come un segno del Destino. Il Libero Arbitrio si esercita qui nell’approfondimento o meno dell’argomento. Qui entra in gioco la propria personalità con ciò che si crede, con le proprie convinzioni e le proprie eventuali paure.
Per molte persone conoscere la verità è peggiore che vivere nella menzogna. Infatti con la verità vi è l’assunzione di responsabilità nel prendere in mano la propria vita, cioè divenire liberi e al tempo stesso, necessariamente, si inizia un percorso di consapevolezza.
Rimanere nella menzogna equivale ad essere schiavi del sistema di quella Matrix creata ad arte per ingabbiare l’Anima umana, utile per alimentare i conflitti interni alle persone e ovviamente esterni ad esse.
Quindi buona pillola blu o rossa!

Roberto Fabbroni



PER APPROFONDIMENTI SULL’ARGOMENTO>>Dettagli sul libro<<

About illuminaz