Viaggiare nel tempo, vero o falso?

L’altra volta vi ho introdotto al tema dei mondi paralleli. Quel post fa da preambolo alla presentazione di un IlCamminoDellaLucex200libro speciale. Scritto a tre mani, una femminile, quella di Michela Salotti, e due maschili, di Paolo Montanari e Roberto Fabbroni, è stato però concepito da Michela.

Perché collegare questo libro, un romanzo spirituale, al tema degli Universi Paralleli, trattato con strumenti  scientifici, quelli della fisica quantistica? Perché l’approccio di “Il Cammino della Luce” si iscrive perfettamente  nella riflessione su universi, mondi, dimensioni che non seguono logiche di tempo lineare o di spazio.

Per questa stessa ragione il lettore fa fatica all’inizio a situarsi perché il nostro cervello è programmato dalla nostra educazione, dalle  nostre conoscenze, dal sistema di credenze riconosciuto per seguire in modo lineare lo sviluppo di una storia.

I  protagonisti evolvono senza preoccuparsi del tempo. Le storie si sovrappongano. Si passa dall’odierna città di Piacenza al Continente di Atlantide, 35.000 a.C. fa. Poi si salta alla Francia del 1500 d.C., passando nel Nord America 1500 a.C. per infine essere proiettati nel 2022 circa d.C., in una Terra Nuova, forse un pianeta nuovo, in un’altra dimensione chissà? Il lettore si perde. Quando pensa di aver capito le minacce che pesano sui personaggi a cui si è affezionato e che lottano per sopravvivere, la storia lo scaraventa migliaia di anni luce in avanti o in dietro, con altri personaggi da amare e sostenere in altre tante battaglie per sopravvivere.

Il lettore si fa prendere a questo gioco di nascondino chiedendosi in che avventura si è cacciato. Ogni volta che la narrazione lo riporta a Piacenza, si rilassa un attimo in un ambiente che conosce. Ritrova i suoi punti di riferimento, abitudini, comportamenti ma per poco. Riconosce gli attori, ci si può facilmente riconoscere e s’aspetta a rilassarsi in quei capitoli. Ma no! Eccolo obbligato a studiare, a partecipare a strane riunione, a praticare meditazioni, ad ascoltare conferenza, ad imparare tecniche energetiche.

Poco a poco, comincia a capire, scopre il fil rouge che lo porterà fuori del labirinto e gli farà scoprire la Luce. “Il Cammino della Luce” è proprio questo. E’ un percorso che si snoda tra passato e presente mischiati all’infinito, un’avventura incredibile che conduce il lettore ad una presa di coscienza. Niente succede per “caso”, tutto ha un senso, tutto capita al momento giusto. Bisogna però cercare, osare affrontare la verità e capire che siamo esseri liberi dotati del famoso libro-arbitrio. Tocca a noi decidere se vogliamo rimanere nella tranquillità che offre la non conoscenza e rimettere le scelte che ci riguardano nelle mani di altri o se, con coraggio e costanza, vogliamo uscire dall’apparenza rassicurante delle teorie trasmesse, scuotere le credenze malsane, scappare dalla logica e cercare con umiltà intellettuale la forza di camminare verso la Luce.

La scoperta è strabiliante!

Due parole sugli autori

salotti02

Michela Salotti

L’idea è natta da Michela Salotti che conosco e stimo. Nata a Piacenza, Michela è conosciuta come grafica, disegnatrice e illustratrice di molti libri dedicati specialmente ai bambini. Si è formata all’Istituto d’Arte Gazzola di Piacenza. Ha partecipato con successo a esposizioni e concorsi. Il suo lavoro va dall’edizione al fumetto, passando dal libro al video. Donna sensibile e curiosa, Michela svolge da tempo una sua ricerca spirituale e le pratiche che descrive nell’opera le conosce personalmente per averle sperimentate e applicate. Ha tenuto un corso a Piacenza dal titolo “FRA CIELO E TERRA. Strumenti e consigli tra materia e spiritualità imparando a vedere e vivere il gioco della vita.”

Ha scritto quella storia che sentiva dentro di lei e ha poi coinvolto due suoi amici. Ognuno, nelle proprie competenze, ha dato un plus al lavoro. Paolo Montanari è informatico, ex-cantante e musicista. Ha ampliato la trama introducendo e curando le storie ambientate nel passato storico. Roberto Fabbroni, ricercatore e operatore olistico scrive, ma è anche editore. La sua casa editrice Fabbroni Edizioni pubblica “Il Cammino della Luce”.

salotti01

Michela Salotti e Amanda Castello

Michela ed io, un legame speciale

C’e un legame tra me e Michela. Un legame che perdurerà nel tempo e che vi voglio svelare: ho scelto Michela per illustrare il mio libro A spasso con Padi nell’avventura della vita”. La sensibilità di Michela, la semplicità del suo tratto nel disegno, le sue pubblicazioni che ho studiato attentamente, il fatto che fosse mamma di due bambine e capisse l’importanza del mio intento, mi hanno fatto scegliere lei. Il libro, pubblicato in italiano e in francese sta riscontrando un grande successo. Si sta studiando la versione spagnola. Per questo la nostra collaborazione continuerà senza fine.

Tratto da: I Libri di Amanda

About illuminaz